Il robot interagente di KUKA avvita braccioli per i fornitori dell’industria automobilistica

Un KUKA Cobot di tipo LBR iiwa viene utilizzato nella produzione di Yangfeng Automotive Interiors a Lüneburg. Il robot interagente avvita i braccioli per gli sportelli dell’Opel Insignia, evita ai dipendenti attività monotone e aumenta l’efficienza.

I robot interagenti consentono nuove forme di produzione 

Yanfeng Automotive Interiors (YFAI) è un fornitore leader di accessori interni delle automobili. Come parte dell’orientamento al futuro dei siti produttivi in tutto il mondo, anche i processi nello stabilimento di Lüneburg, nel nord della Germania, vengono convertiti pezzo per pezzo verso l’industria 4.0.

Innanzitutto YFAI ha scelto l’integrazione di un Cobot nella sua linea di produzione, dove gli operatori condividono la loro zona di lavoro con KUKA LBR iiwa . “Con i Cobot come LBR iiwa è possibile per noi rendere i processi di produzione ancora più efficienti. Grazie alla loro sensibilità, essi permettono forme di produzione completamente nuove, perché le recinzioni protettive vengono meno e le linee di produzione rigide diventano obsolete”, sostiene Michael Oji, direttore di stabilimento della YFAI a Lüneburg.

Il LBR iiwa e gli operatori condividono lo stesso spazio di lavoro.

Un Cobot con una portata elevata

Il robot interagente avvita i braccioli per gli sportelli dell’Opel Insignia. Inoltre è equipaggiato con una testa filettata di 13 chilogrammi, sviluppata dalla ditta Stöger Automation GmbH e realizzata su misura per il sistema di collaborazione uomo-robot. Per la protezione da lesioni è rivestito da una custodia. In caso di contatto il robot si arresta immediatamente.

Portata elevata: Il Cobot guida una testa filettata di 13 chilogrammi.
Avvitamento automatizzato di braccioli

KUKA LBR iiwa come robot avvitatore

Secondo Michael Oji “Il compito del robot consiste nell’alleggerire i nostri dipendenti da procedure di lavoro stancanti e ripetitive nella produzione di braccioli”. Due operatori preparano i braccioli per il robot avvitatore, assemblando un pezzo stampato con un rivestimento in pelle in una macchina utensile che accoppia i due componenti. Il componente accoppiato viene poi fissato con un ulteriore particolare stampato. Successivamente gli operatori collocano i braccioli in un supporto sull’applicazione LBR iiwa.

Premendo un pulsante il robot inizia il processo di lavorazione. Si sposta verso il supporto e avvita i due componenti. Una condotta sulla custodia di protezione approvvigiona continuamente il robot avvitatore con nuove viti. Durante l’avvitamento dei singoli braccioli il Cobot sceglie sempre il modo più efficiente. In questo modo vengono evitati i tempi di attesa. I braccioli già avvitativengono rimossi dal supporto e impilati per il trasporto dagli operatori. 


Il robot KUKA è già stato ammortizzato. Inoltre, le nostre colleghe e i nostri colleghi hanno familiarizzato rapidamente con lui. Per l’utilizzo del robot non è stata necessaria nessuna formazione professionale specifica dei dipendenti.

Michael Oji, direttore dello stabilimento di YFAI a Lüneburg

Il robot interagente porta al successo desiderato

Il LBR iiwa è operativo presso YFAI da dicembre 2017. “Il robot avvitante lavora in modo particolarmente efficiente e evita ai dipendenti un lavoro monotono”, afferma Michael Oji. I due operatori e il robot realizzano in un’ora 45 kit veicoli. Ciò corrisponde a 180 braccioli avvitati. Convinto dal Cobot KUKA, YFAI pianifica già ulteriori progetti di automazione negli stabilimenti europei.

Impostazioni cookie OK

Utilizziamo i cookies per offrivi l’assistenza migliore anche online. Per saperne di più.

Impostazioni cookie