ENKO Staudinger combina diversi procedimenti di saldatura in una cella compatta universale

La ENKO Staudinger GmbH, con sede ad Augusta, è specializzata nella progettazione, costruzione e realizzazione di utensili, dispositivi, macchine speciali e macchine utensili.

Essa vanta un'esperienza e un know-how di più di 40 anni e conta un organico di circa 70 collaboratori, che costruiscono dispositivi manuali e singoli impianti complessi per clienti del settore automobilistico, aeronautico e spaziale, chimico e della general industry.

Soluzione robotizzata per una cella di saldatura combinata

ENKO Staudinger ha sviluppato per KAUTH GmbH und Co. KG, un'azienda con sede a Denkingen operante nell'industria metalmeccanica, una cella compatta universale in cui vengono combinate diverse procedure di saldatura sulla minore superficie necessaria possibile. "Il requisito del cliente KAUTH consisteva nella creazione di una cella di saldatura che fosse adatta sia per la saldatura punto a punto sia per la saldatura ad arco, tenendo conto di ogni accessibilità" spiega Bernd Menhart di ENKO Staudinger. Nella cella, i tecnici di Augusta hanno impiegato due robot KUKA che svolgono i lavori di saldatura.

La tavola girevole consente il carico senza incidere sul tempo ciclo

Il centro della cella universale è rappresentato da una tavola a H, al cui centro è montato un robot KUKA del tipo KR 6-2. Grazie all'impiego della tavola girevole, un dispositivo di saldatura si trova sempre nel processo produttivo, mentre il secondo dispositivo viene caricato dall'operatore senza interferire con il ciclo produttivo stesso. Innanzitutto l'operatore inserisce i componenti nel dispositivo di saldatura e avvia l'impianto.

La tavola gira il dispositivo serrato di 180° sotto il robot nella relativa area di saldatura. Il KUKA KR 6-2, equipaggiato con torcia Fronius CMT per la saldatura ad arco, entra nel dispositivo e salda i componenti. Successivamente si attiva un secondo robot del tipo KR 210 R2700 extra, equipaggiato con una pinza robotica servopneumatica X 100 di Düring Schweißtechnik, che entra nuovamente nel dispositivo e unisce i componenti mediante saldatura punto a punto.

Due robot abbinano la libertà di movimento a precisione e velocità

Il robot KUKA del tipo KR 6-2, posizionato sulla tavola, si presta ottimamente per operazioni standard di saldatura ad arco grazie alla sua portata ridotta di sei chili con un raggio di azione di 1.600 mm. Grazie alla forma snella del polso, questo robot è caratterizzato da profili d'ingombro minimi e massima libertà di movimento. Il professionista della saldatura raggiunge così, senza fatica, tutti i punti da saldare del componente.

Nella saldatura punto a punto KR 210 R2700 extra conquista per la grande precisione e velocità. Come tutti i robot della serie KR QUANTEC, esso si distingue per l'ingombro ridotto e le molteplici possibilità di impiego. Una portata di 210 kg e un raggio di azione di 2.926 mm lo predestinano al processo di saldatura punto a punto nella cella universale.

Il KR 6-2 (destra) si fa carico della saldatura ad arco, mentre il KR 210 guida la pinza di saldatura punto a punto.

Soluzione estremamente flessibile per attività a sostituzione frequente

Con la cella si dischiudono al cliente molteplici possibilità per combinare procedure di saldatura diverse a livello universale e persino altre operazioni robotiche. Tale flessibilità fa sì che questa soluzione risulti molto interessante soprattutto per la produzione di miniserie e prototipi, in quanto la cella può essere adattata molto rapidamente e in modo affatto complicato a nuovi componenti.

Utilizziamo i cookies per offrivi l’assistenza migliore anche online. Per saperne di più.

Ok