Robot in cella di lavaggio nell’industria automobilistica

Nello stabilimento del BMW Group di Dingolfing trova impiego un robot KUKA del tipo KR 120 R2100 nano F exclusive. Il robot della famiglia KR QUANTEC nano alimenta componenti su barre portaugelli per la pulizia. Durante quest’operazione esso è esposto a liquidi detergenti con additivi chimici, alte temperature e forti pressioni di pulizia.

Grazie alla sua robustezza e flessibilità è stato possibile integrare il KR QUANTEC nano F exclusive in una catena di processo già esistente e automatizzata. Lì, esso alimenta componenti dalle geometrie diverse per la pulizia di liquidi di formatura e imbrattamento, che possono verificarsi durante il processo produttivo. La Schnupp GmbH & Co. Hydraulik KG e la WK Systemtechnik GmbH & Co. KG sono state incaricate a tal fine dell’attuazione.

Il robot KUKA per carichi elevati pulisce il componente in cinque operazioni

Nella prima fase di lavoro il KR QUANTEC nano F exclusive afferra il componente dalla stazione di ingresso con una speciale pinza multipla. Nella seconda fase viene pulita la cavità del componente. A tal fine esso viene conferito dal robot con precisione millimetrica nella pulizia interna. La pulizia esterna è la terza fase di lavoro. Successivamente avviene la neutralizzazione dello spazio interno del componente attraverso un sistema di risciacquo ad acqua distillata. Nell’ultima fase il robot depone il componente sull’unità di trasporto di uscita. Prima di essere condotto fuori dalla cella di lavaggio, esso vi viene risciacquato anche all’esterno.
La flessibilità è un asso nella manica: robot di lavaggio KUKA in una produzione automatizzata.

Il robot resiste a volumi d’acqua e ad alte temperature

L’ambiente del KR 120 R2100 nano F exclusive non è generalmente adatto per i robot industriali. Il motivo: il robot è esposto a grandi volumi d’acqua, cui vengono aggiunti anche detergenti alcalini al 3%. Inoltre, nella cella di lavaggio si hanno temperature di 60° e più, il che porta alla formazione di considerevoli quantità di vapore acqueo.
Il robot di lavaggio KUKA facente parte della famiglia KR QUANTEC nano resiste a condizioni avverse.

Robot protetto da particolari accorgimenti

Affinché il robot KUKA non subisca danni causati da influssi esterni, sono stati introdotti particolari accorgimenti di protezione: esso presenta un incapsulamento completo delle parti meccaniche e un’alimentazione di aria compressa nella parte interna della meccanica. Il fascio di cavi si trova completamente sul lato interno. Inoltre la superficie protettiva è resistente alle soluzioni alcaline, agli acidi, al calore e alla corrosione. Grazie ai suoi accorgimenti esso soddisfa i requisiti della classe di protezione IP69.

Pulizia di componenti in una cella di lavaggio in condizioni avverse

Il robot di lavaggio KUKA pulisce componenti in una cella di lavaggio.

La flessibilità è un punto a favore del robot di lavaggio di KUKA

Un ulteriore vantaggio del robot KUKA è la sua flessibilità oltre ai brevi tempi di ciclo. In questo modo è possibile limitare la durata del lavaggio complessivo a 45 secondi e lavorare componenti di diverse dimensioni. I tempi di ciclo richiesti e le diverse geometrie dei componenti sono possibili solo grazie a questa speciale versione del robot. L’impianto si è affermato dalla messa in servizio nell’estate 2015. Nel frattempo vi sono ormai le prossime richieste di automatizzare ulteriori processi di pulizia mediante un impianto di pulizia robotizzato.

Utilizziamo i cookies per offrivi l’assistenza migliore anche online. Per saperne di più.

Ok