Riabilitazione robotica – semplice recupero della mobilità grazie a ROBERT® e KUKA

Life Science Robotics ha sviluppato un dispositivo medico per la terapia robotica e la movimentazione dei pazienti. Qui entra in gioco il LBR Med di KUKA, che grazie alla pre-certificazione medica è ideale per l'integrazione nel dispositivo medico.

Il robot di riabilitazione ROBERT® agevola la mobilità dei pazienti

Dopo un intervento chirurgico o un ictus, spesso dal punto di vista medico è opportuno muovere intensamente e per un lungo periodo di tempo l'articolazione e i muscoli del paziente, per una migliore guarigione. Diversamente, possono verificarsi complicazioni, come le successive limitazioni del movimento. Per evitare questo, Life Science Robotics (LSR) di Aalborg, Danimarca ha sviluppato il robot di riabilitazione ROBERT®. "Con la nostra soluzione, vogliamo aiutare i pazienti a muoversi in modo più rapido ed efficiente, alleggerendo al contempo i compiti del personale infermieristico",afferma Keld Thorsen, CEO di Life Science Robotics.

Keld Thorsen, CEO di Life Science Robotics, dimostra le possibilità di ROBERT®.

La terapia robotica alleggerisce il compito del personale infermieristico

Dopo un intervengo chirurgico, il paziente è sdraiato nel suo letto. L'infermiere/a spinge nella stanza un dispositivo con un braccio a più angoli: è ROBERT®, il robot di riabilitazione. L'infermiere/a collega il braccio robot, ad esempio, con la gamba del paziente. Basta premere il pulsante di avvio e ROBERT® solleva leggermente la gamba. Ora l'infermiere/a può eseguire manualmente i movimenti legati alla terapia. ROBERT® memorizza il movimento e poi lo esegue esattamente secondo le indicazioni, in modo automatico e ripetibile in base alle necessità. In caso di movimenti bruschi o per effetto di altre forze impreviste, l'apparecchio si ferma immediatamente per motivi di sicurezza.

 

Il robot di riabilitazione ROBERT® esegue i movimenti mostrati dall'infermiere/a in modo autonomo.
Il robot di riabilitazione ROBERT® aiuta i pazienti a recuperare al più presto la mobilità dopo un intervento chirurgico.

Riabilitazione robotica – dalla pratica per la pratica

Il punto di partenza è stata l'esperienza pratica nella clinica universitaria locale. "Lì, il personale infermieristico ha eseguito manualmente le misure di riabilitazione sul paziente. Si trattava di un lavoro fisicamente impegnativo e dispendioso in termini di tempo, a scapito di attività di maggior valore. L'idea era automatizzare il processo". Il problema: per il prototipo è stato utilizzato il braccio di un robot industriale. "Ci siamo presto resi conto che così sarebbe stato molto difficile ottenere le necessarie autorizzazioni per il prodotto come dispositivo medico", ricorda Rune Kristensen di LSR. L’ideale sarebbe stato produrre un robot idoneo per l'omologazione, un componente essenziale che avrebbe consentito di trovare una soluzione in modo più rapido e semplice.

Realizzato in stretta collaborazione

E qui entra nuovamente in gioco KUKA. "Avevamo sentito che l'azienda aveva appena sviluppato LBR Med, un robot leggero progettato appositamente per l’ingegneria biomedica", afferma Keld Thorsen. LBR Med ha aiutato nell’ambito dell’omologazione. È l'unico robot certificato per l'integrazione in un dispositivo medico secondo la procedura Schema CB. È stato chiaro fin da subito che LBR Med e ROBERT® sono una cosa sola. "KUKA ci ha affiancato uno sviluppatore, che ci ha fornito informazioni dettagliate sulla funzionalità del robot", ricorda Keld Thorsen. La sfida più grande era rappresentata dal fatto che ROBERT® doveva essere molto facile da gestire nonostante l'elevata complessità. "Dopo tutto, è utilizzato da infermieri o terapisti, non da personale tecnico", afferma Rune Kristensen.

 

La quotidianità lavorativa diventa più semplice: mentre ROBERT® esegue i movimenti, il personale infermieristico può prendersi cura dei pazienti.

Il motto "Intensity Matters" diventa realizzabile economicamente con i robot Reha

ROBERT® lavora in modo molto preciso, personalizzato e flessibile. È in grado di eseguire esattamente gli stessi movimenti più e più volte – senza interruzioni, affaticamento o limitazioni temporali. Il motto "Intensity Matters" è tipico della riabilitazione ed è attuabile in maniera economicamente conveniente solo con l'assistenza robotica di ROBERT®. La soluzione alleggerisce i compiti degli infermieri, che durante la movimentazione possono svolgere attività vicine al paziente, monitorando il trattamento, oppure occuparsi di altri pazienti.


Con ROBERT® miglioriamo sostanzialmente l'efficienza del sistema sanitario, restituendo ai pazienti la mobilità in modo più rapido e alleggerendo il lavoro del personale infermieristico.

Keld Thorsen, CEO di Life Science Robotics

Efficienza, semplicità, risparmio di risorse – la riabilitazione con i robot come trend del futuro

"I demografi affermano che tra 20 anni ci saranno molte più persone oltre i 60 anni di quante ce ne siano oggi. Ciò significa, da un lato, l’aumento della spesa sanitaria, dall'altro la riduzione del numero di infermieri". ROBERT® colma questa lacuna. Il robot di riabilitazione è già in uso in Polonia e Finlandia. "Attualmente stiamo lavorando alla creazione di ulteriori canali di vendita attraverso i nostri partner", afferma Keld Thorsen. Nel servizio post-vendita spera di potersi affidare al partner KUKA e alla sua rete mondiale di assistenza clienti. "Confido di poter raggiungere un accordo a breve – e che ROBERT® sarà in grado di aiutare un numero ancora maggiore di pazienti a recuperare la mobilità."

 

ROBERT® è in grado di eseguire esattamente gli stessi movimenti più e più volte – senza interruzioni.
Impostazioni cookie OK e scopri KUKA

Questo sito web utilizza i cookie (per saperne di più) per offrivi l’assistenza migliore anche online. Se si continua a navigare sul nostro sito web, utilizziamo solo i cookie necessari dal punto di vista tecnico. Cliccando su ""OK e scopri KUKA"", si accetta anche l'utilizzo di cookie di marketing. Con un clic su ""Impostazioni cookie"" è possibile selezionare quali cookie utilizziamo.

Impostazioni cookie