BEC impiega robot KUKA nella radioterapia

Esatto posizionamento dei pazienti nel centro di terapia con particelle MedAustron.

Nella radioterapia basata su particelle, un fascio di particelle a energia elevata colpisce il tumore e lo distrugge. Poiché il raggio si può muovere solo in modo molto limitato, il paziente deve essere allineato ad esso, con il risultato che in questa forma di terapia vengono introdotte sempre più soluzioni robotizzate per il posizionamento del paziente. La precisione millimetrica è la priorità assoluta.

La Buck Engineering & Consulting GmbH (BEC), con sede nella città sveva di Reutlingen, che è specializzata nello sviluppo, nella produzione e nella commercializzazione di sistemi medici per il movimento e il posizionamento dei pazienti, ha studiato a tale scopo exacure, il sistema modulare per il posizionamento dei pazienti. Grazie all’uso di robot KUKA, è ora possibile allineare con estrema precisione i soggetti verso il raggio.

Nel sistema di posizionamento pazienti exacure BEC integra componenti di robot KUKA.

Letto robotizzato con componenti KUKA

La terapia con particelle riveste particolare rilevanza nel caso di tumori al cervello o al canale spinale, in quanto le procedure chirurgiche sono complicate e comportano un alto grado di rischio.

La BEC ha integrato componenti robotici per creare il letto robotizzato. Il robot in questione è un sistema cinematico KUKA montato a soffitto. Grazie a questa soluzione, un sistema di immagini di raggi X della società medPhoton può essere installato direttamente sul letto del paziente e spostato lungo il letto con un movimento lineare. In questo modo, il sistema di immagini si muove con il paziente, aumentando ulteriormente la precisione geometrica.

Al tempo stesso, una telecamera segue schemi speciali sul lato inferiore del letto del paziente, consentendo di regolare la posizione del letto con precisione millimetrica, nonostante le elasticità. Ne consegue che la catena geometrica di errori tra il tumore, il sistema di immagini e il fascio di radiazioni può essere ridotto notevolmente, il che aumenta la precisione della terapia.

 
Con il montaggio a soffitto, il sistema cinematico robotizzato di BEC può usare in modo ottimale la stanza dei trattamenti.

Uso ottimale della stanza dei trattamenti

 

Le richieste in merito a moderni sistemi di posizionamento vanno ben al di là del mero macro-movimento del paziente di fronte alla fonte di radiazioni. Facilità d’uso, volume del trattamento, velocità del sistema e compatibilità con altri sistemi sono fattori che assumono un’importanza crescente.

Il montaggio a soffitto del sistema di posizionamento del paziente ha consentito a BEC di usare in modo ottimale lo spazio della stanza dei trattamenti e di aumentare in misura significativa il volume dei trattamenti stessi. Una tavola di nuova concezione ha inoltre consentito il posizionamento di pazienti che pesano fino a 300 chilogrammi, e tutto questo grazie alla tecnologia robotica di KUKA con una precisione di posizionamento di ± 0,06 millimetri.

Utilizziamo i cookies per offrivi l’assistenza migliore anche online. Per saperne di più.

Ok