Il robot KUKA automatizza la manipolazione in una macchina di stampaggio a iniezione

Sulla base di un robot KUKA della serie KR AGILUS, la robomotion GmbH ha sviluppato una cella robotica flessibile per lo stampaggio a iniezione. Essa viene impiegata presso la Gindele GmbH a Pforzheim, nella Germania meridionale, e ottimizza le varie fasi del processo di lavorazione di posate ecosostenibili in plastica.

Produzione automatizzata con cella robotica per lo stampaggio a iniezione

No ai prodotti usa e getta, sì al consumo sostenibile. Questo era l’obiettivo di un progetto degli studenti dell’Università di Reutlingen. Lo scopo era di trovare un’alternativa alle posate usa e getta in plastica, impiegata nelle fiere. Sotto la guida del prof. dott. Steffen Ritter sono state sviluppate delle posate riutilizzabili in plastica ad alte prestazioni. Queste posate soddisfano tutti i requisiti dell’industria alimentare e sono multifunzionali ed ecosostenibili. Presso la Gindele GmbH, nei paraggi della città di Pforzheim, nella Germania meridionale, la produzione è affidata ad una cella robotica per lo stampaggio a iniezione.

 

Regalo promozionale alla K-Fair: posate riutilizzabili in plastica ad alte prestazioni.

Il robot per macchine per stampaggio a iniezione garantisce elevate quantità di produzione e un alto grado di integrazione verticale

Col tempo, il progetto universitario si è trasformato in una storia di successo. La domanda di posate riutilizzabili è in aumento e si è dovuto adeguare il numero dei pezzi prodotti. “Data la complessità dei prodotti e l’elevato numero di pezzi, è assolutamente necessario automatizzare la produzione”, afferma Steffen Ritter. A tal fine, l’Università di Reutlingen, la Gindele GmbH, la robomotion GmbH e KUKA hanno unito le forze, mostrando come funziona la cella “flexobot” nella realtà produttiva di un’azienda per lo stampaggio a iniezione.

Massima flessibilità: Il KR AGILUS è in grado di afferrare anche componenti complessi in modo sicuro.

Sistema di automazione flessibile per l’industria della plastica

Presso la ditta Gindele, nella macchina di stampaggio a iniezione la forma desiderata delle posate viene stampata con la plastica ad alte prestazioni. La cella robot flexobot ad elevata flessibilità della ditta robomotion si occupa sia della manipolazione nella macchina di stampaggio a iniezione che della complessa lavorazione successiva. Questa comprende anche la rimozione delle materozze, il controllo qualità con il sistema Vision e il montaggio. Nella cella è integrato un robot KUKA per macchine di stampaggio a iniezione della serie KR AGILUS, che costituisce il cuore dell’impianto.

Il robot per lo stampaggio a iniezione rimuove le materozze dai pezzi.
Robot per macchine di stampaggio a iniezione: Produzione di plastica ad alte prestazioni.

La cella robot per lo stampaggio a iniezione completa il complesso processo di lavorazione

Il potenziale offerto dalla collaborazione tra robot, macchine utensili e macchine per lo stampaggio a iniezione è enorme. Grazie ai suoi sei assi, il KR AGILUS è estremamente flessibile e in grado di afferrare in modo sicuro anche i pezzi più complessi. Il robot per macchine di stampaggio a iniezione preleva le posate colate e le convoglia a un sistema Vision per il controllo. Dato che i pezzi sono ancora molto caldi, vengono dapprima depositati e fatti raffreddare. Dopo il raffreddamento, il robot preleva nuovamente i pezzi e rimuove le materozze. Per questa operazione il robot KUKA utilizza un gripper stampato in 3D.

Il robot per le macchine di stampaggio a iniezione convoglia le posate al sistema Vision per la fase di controllo.

La soluzione di automazione flexobot aumenta l’integrazione verticale

Matthias Gindele è molto soddisfatto del risultato della produzione: “Con la cella robot per lo stampaggio a iniezione, abbiamo raggiunto un alto grado di integrazione verticale delle operazioni successive alla lavorazione nella macchina di stampaggio. Questo esempio mostra come possiamo implementare lavori molto complessi in modo completamente automatizzato.” Gindele allude anche alla flessibilità, poiché con la cella robot è possibile implementare diversi progetti. La soluzione di automazione flexobot è l’ideale anche per volumi di produzione più piccoli.

 

Semplicità di trasformazione: La cella flexobot è dotata di grande mobilità.

Grazie alle sue dimensioni ridotte, è possibile posizionare il flexobot in prossimità della macchina di stampaggio a iniezione. In questo modo è in grado di svolgere diverse funzioni direttamente sul posto.

Matthias Gindele, amministratore delegato della Gindele GmbH
Impostazioni cookie OK e scopri KUKA

Questo sito web utilizza i cookie (per saperne di più) per offrivi l’assistenza migliore anche online. Se si continua a navigare sul nostro sito web, utilizziamo solo i cookie necessari dal punto di vista tecnico. Cliccando su ""OK e scopri KUKA"", si accetta anche l'utilizzo di cookie di marketing. Con un clic su ""Impostazioni cookie"" è possibile selezionare quali cookie utilizziamo.

Impostazioni cookie