La fabbrica Škoda premiata per l'interazione uomo-robot

Il gruppo MATADOR e KUKA sono partner di Škoda Auto nella città ceca di Vrchlabí in un progetto di Industria 4.0 che vede coinvolti hardware, software e lavoratori. Un ruolo decisivo lo gioca anche la robotica collaborativa, un concetto che sta trasformando l'industria del XXI secolo.

L'interazione uomo-robot con LBR iiwa è perfetta per le trasmissioni di precisione

Lo storico produttore europeo di auto Škoda è entrato a far parte del gruppo Volkswagen nel 1991. Nel 2011 Volkswagen ha deciso di convertire lo stabilimento di Vrchlabí, dove lavorano 1.000 persone, in un impianto che produce esclusivamente sistemi di trasmissione automatici Direct Shift a doppia frizione e sette rapporti DQ200.

“Questo tipo di trasmissione richiede elevatissimi requisiti di precisione,” afferma Ivan Slimák, General Manager dello stabilimento di Vrchlabí. “Ad esempio abbiamo molte parti in movimento con tolleranze ridottissime.”

Per questo tipo di precisione KUKA LBR iiwa rappresenta il meglio. Il robot sensibile inserisce i pistoni dell'attuatore del cambio con precisione e delicatezza, sfruttando il segnale di ingresso proveniente dai sensori su ciascuno dei suoi sette assi.

Massima flessibilità grazie all'interazione uomo-robot e a Sunrise con Java

“Ritengo che il compito più difficile sia stato imparare il linguaggio di programmazione Java e cambiare il modo in cui i robot sensibili vengono programmati nell'applicazione,” ci dice Stanislav Korec, responsabile della robotica e della programmazione PLC del gruppo MATADOR.

Il sistema di controllo KUKA Sunrise combina sistemi di movimento e sensori, compiti per i quali si rivela essenziale il linguaggio di programmazione Java. Questo significa che praticamente non vi sono limiti alla varietà di opzioni di automazione.

E poi c'è la sensibilità unica di KUKA LBR iiwa che consente di "sentire" dove devono essere inseriti i componenti, anziché forzarne il posizionamento. Questo aspetto è fondamentale per manipolare parti delicate suscettibili di rottura durante l'assemblaggio. Inoltre l'eliminazione della barriera intorno al robot KUKA LBR iiwa consente un'automazione dei processi in spazi limitati senza dover modificare le linee di produzione.

Lo scorso anno la società di consulenza A.T. ha premiato lo stabilimento Škoda di Vrchlabí per la sua trasformazione high-tech, in cui rientra anche l'aspetto dell'interazione uomo-robot. Kearney e la rivista di settore Produktion gli hanno assegnato il premio di Fabbrica dell'anno 2015 per l'eccellenza complessiva delle operazioni.”

Digitalizzare la produzione significa che lo stabilimento di Vrchlabí è ancora più orientato ai dati.

Utilizziamo i cookies per offrivi l’assistenza migliore anche online. Per saperne di più.

OK