Presso Heidenreich & Harbeck i robot KUKA, grazie al rilevamento del profilo, eliminano le bave di formazione indefinita

Dal 1927, Heidenreich & Harbeck produce a Mölln getti complessi. L'azienda progetta, fonde e lavora componenti di alta qualità in piccole e grandi serie con il motto "Qualità tutto d'un pezzo"

I clienti possono acquistare da Heidenreich & Harbeck componenti fusi su misura pronti per il montaggio con peso unitario fino a 16 tonnellate.

Processo di finitura nonostante presenza di bave di formazione indefinita

Per l'azienda tradizionale Boll Automation ha sviluppato una soluzione di automazione che consente un processo di rifinitura robotizzato e completamente automatico nonostante la formazione indefinita delle bave.

Tecnologia di prova a monte per i robot KUKA

Finora in Heidenreich & Harbeck la formazione indefinita delle bave ha reso difficoltosa, se non addirittura impossibile, l'automazione robotizzata in fase di rifinitura. La soluzione ora trovata consente di vincere questa sfida. Il robot per fonderia KUKA montato su una console in Heidenreich & Harbeck è dotato di diversi gruppi di lavorazione per la pulizia e la levigatura delle bave.

Se la bava è determinata esattamente, il robot avvia la rifinitura di precisione a elevata riproducibilità. Gli specialisti di robotica di Boll Automation sono riusciti a superare con successo lo scoglio dell'indefinibilità dei getti grazie a una tecnica di prova a monte e quindi a permettere una rifinitura mirata.

Il robot KR QUANTEC lavora i getti con diversi accessori di utensili a seconda del profilo della bava.

Robot Foundry per condizioni di lavoro gravose

Il robot utilizzato KUKA KR 120 R2900 F extra era dotato non solo di un sistema di cambio utensili di lavorazione, ma anche di un sistema a sensori che rilevava la posizione esatta dei diversi profili della bava. Il robot a sei assi appartiene alla serie KUKA KR QUANTEC ed è utilizzato in versione Foundry. I robot KUKA KR QUANTEC sono particolarmente compatti e consentono celle salvaspazio.

Inoltre i 29 tipi base di robot della serie sono caratterizzati da una gamma di portata compresa tra 90 e 300 kg, da un'autonomia da 2.500 a 3.900 mm e da lunghi intervalli di manutenzione fino a 20.000 ore di funzionamento. Tutti i modelli presentano un basamento compatto, con lo stesso schema di foratura per il fissaggio alla fondazione. La versione Foundry presenta alcuni vantaggi aggiuntivi, specificamente progettati per le fonderie:

grazie all'utilizzo di vernici speciali, la superficie resistente al calore, agli acidi e alle soluzioni alcaline protegge il robot, nonché le guarnizioni speciali poste sulla flangia del motore e del riduttore. Le mani Foundry dei robot, che tengono gli utensili prensili, eseguiti in acciaio speciale resistente al calore, sono verniciate in bianco d’alluminio; in questo modo si ottiene una resistenza al calore ancora più elevata in questa zona particolarmente critica. Per l'impiego in ambienti molto difficili, è anche importante che l'elettronica del robot sia efficacemente protetta a lungo termine contro la polvere e lo sporco. La sovrappressione atmosferica nella scatola ha dato buona prova di sé.

Condizioni del posto di lavoro più umane e qualità ottimale

La combinazione di robot e unità di posizionamento a tre assi con portata di 750 kg conferisce all'impianto la massima flessibilità, poiché è in grado di sbavare getti diversi da tutti i lati. Ciò aumenta in modo significativo i tempi ciclo durante la rifinitura in uno spazio ristretto. Altri vantaggi della nuova soluzione di automazione: la rifinitura personalizzata guidata da robot è ottimizzata per il rispettivo pezzo.
La combinazione di robot e unità di posizionamento consente di lavorare le parti da tutti i lati.
La qualità può quindi migliorare e mantenersi costantemente elevata, gli utensili possono essere protetti con un'elevata riproducibilità nonostante le diverse caratteristiche della bava. Ultimo, ma non meno importante, grazie alla nuova soluzione di automazione Heidenreich & Harbeck è riuscita a rendere i posti di lavoro più "umani".
L’impiego di vernici speciali consente alla versione Foundry l’impiego anche nell’ambiente di fonderia più avverso.  

Utilizziamo i cookies per offrivi l’assistenza migliore anche online. Per saperne di più.

Ok