Produzione automatizzata di telai a longheroni con robot MAG in un’impresa subfornitrice del settore automotive

Saldatura automatizzata di telai a longheroni: Nel paese austriaco di Lebring, vicino Graz, MAGNA Presstec utilizza senza problemi una linea di produzione KUKA linea di produzione. Dal 2017 essa consente la produzione totalmente automatizzata di telai per le Mercedes classe G.

Saldatura di pezzi di grandi dimensioni nell’impianto di lastratura KUKA con un processo stabile

Dal 1979 la classe G è un punto fisso del portafoglio di prodotti di Mercedes-Benz. Questa icona dell’off-road è un fuoristrada robusto e longevo. Anche gli ultimi aggiornamenti non ne hanno stravolto la natura: l’attenzione è esplicitamente rivolta in primo luogo all’aspetto tecnico e alla riconoscibilità, due caratteristiche che contraddistinguono la classe G già da molto tempo. Ad esempio il telaio a longheroni, che conferisce la necessaria stabilità alla carrozzeria, è stato appositamente rivisto affinché il veicolo, con i suoi 53 millimetri in più di lunghezza e 121 in più di larghezza, possa farsi strada tra fango, pietrisco e percorsi difficili.

Con la nuova classe G è nato però anche un nuovo approccio alla produzione: se in precedenza molti componenti di grandi dimensioni venivano ancora saldati a mano, oggi MAGNA Presstec esegue queste operazioni in una linea di produzione di KUKA in grado di saldare i telai a longheroni in modo automatizzato.

Partner esperto per l’automazione di robot MAG

“Per ottenere un processo di produzione stabile, abbiamo riscontrato primariamente due difficoltà fondamentali”, afferma Dominik Pfeiffer, responsabile di progetto presso KUKA. Da una parte i rapporti spaziali limitati: Non è stato possibile utilizzare completamente i 2.000 metri quadrati di superficie adibita alla produzione e alla logistica per pezzi di grandi dimensioni nell’impianto di produzione. Inoltre il capannone era lungo e stretto. “Dall’altra parte bisognava tenere conto della dimensione del pezzo: con una lunghezza di 4,30 metri e una larghezza di 1,20 metri, il telaio a longheroni pesa oltre 230 chilogrammi.” La lavorazione interessa circa 145 pezzi singoli. La lunghezza totale dei cordoni di saldatura ammonta a circa 80 metri, a cui si aggiungono gli oltre 200 punti di saldatura.

I robot KUKA MAG saldano i longheroni e le traverse sull’asse anteriore e posteriore.
"La soluzione: 45 robot, in particolare del modello KR 30 L16 come robot MAG e KR 240 come movimentatori, che si occupano del collegamento dei numerosi pezzi e della saldatura automatizzata dei telai a longheroni", dice Dominik Pfeiffer. Il lato sinistro del capannone serve come passaggio per il rifornimento di bobine di filo o attrezzature robot, mentre i rack di componenti come punto di destinazione dei singoli pezzi durante il processo di produzione. Per il comando e i controlli di processo viene utilizzato lo standard miKUKA, proprietario di KUKA. Questo standard presenta le informazioni sullo stato della macchina in modo trasparente e con le funzioni standardizzate semplifica il comando.
Dall’impianto di robot MAG KUKA escono 20.000 telai a longheroni all’anno.

Saldatura automatizzata di 20.000 telai a longheroni all’anno

Dall’impianto automatizzato di lastratura KUKA escono 20.000 telai a longheroni all’anno. I componenti, talvolta di grandissime dimensioni, vengono saldati insieme in diverse stazioni. Le linee per i due gruppi principali, l’asse anteriore e quello posteriore, vengono costruite in modo sistematicamente identico, ma con disposizione speculare. I componenti fondamentali della soluzione sono le due stazioni di squeezing. Grazie al sofisticato processo di saldatura, i componenti vengono quindi saldati riducendo al minimo i ritardi e le tensioni.
Saldatura di pezzi di grandi dimensioni: Grazie alla linea di produzione di KUKA, Magna Presstec produce 20.000 telai a longheroni all’anno.

Quando sono emersi dei fattori di disturbo, sempre siamo stati in grado di gestirli. Così siamo riusciti a portare a compimento il progetto insieme.

Dominik Pfeiffer, direttore del progetto in KUKA.
Impostazioni cookie OK e scopri KUKA

Questo sito web utilizza i cookie (per saperne di più) per offrivi l’assistenza migliore anche online. Se si continua a navigare sul nostro sito web, utilizziamo solo i cookie necessari dal punto di vista tecnico. Cliccando su ""OK e scopri KUKA"", si accetta anche l'utilizzo di cookie di marketing. Con un clic su ""Impostazioni cookie"" è possibile selezionare quali cookie utilizziamo.

Impostazioni cookie