Scegli la tua località:

Paese

Pallettizzazione della birra con robot KUKA presso Fiedler

Arte birraria ai massimi livelli: pallettizzazione di casse di birra

Klein, aber fein (piccolo ma buono): questo è il motto della Privatbrauerei Christian Fiedler del paesino sassone di Oberscheibe. Con 18 dipendenti, l'azienda a conduzione familiare produce con grande successo birre di qualità secondo la buona arte tedesca tradizionale della produzione della birra. Un robot KUKA pallettizza le pesanti casse di birra, facilitando il lavoro.


Innovativa catena del valore della birra con automazione costante

“L’uomo saggio precede i tempi. L’uomo avveduto percorre con loro tutti i sentieri. L'uomo intelligente ne trae beneficio. Lo stupido si oppone a essi". "Detto della settimana" è la dicitura sopra la massima avvolta in una pellicola trasparente all'ingresso della Privatbrauerei Christian Fiedler. Eppure qui, nel tranquillo paesino di Oberscheibe, nei Monti Metalliferi sassoni, il tempo sembra essersi fermato. Il birrificio è situato in un edificio del secolo scorso, circondato dalla natura. Un luogo quasi sperduto, se non fosse per la Bundesstraße 101, che collega Berlino con Aue, e per questo piccolo e vivace birrificio della famiglia Fiedler.

Rispetto della tradizione e orientamento al futuro

Il capo è Christian Fiedler, 63 anni, un mastro birraio di vecchio stampo secondo il quale una birra eccellente dell'arte birraria tedesca contiene tutto questo: un legame con la patria, un artigiano onesto e tradizionale e il supporto dei mezzi più moderni per soddisfare le più alte aspettative di qualità. All'ingresso del cortile vi è una piccola scavatrice: la pavimentazione all'ingresso del Bräustüberl deve essere rinnovata. "C'è sempre qualcosa da fare", afferma Christian Fiedler. "Ma non solo qui. Lì c’è il nostro ultimo gioiello" dice, indicando il pallettizzatore robot all'ingresso dell’impianto di imbottigliamento. 
Die Privatbrauerei Fiedler im Erzgebirge
La Privatbrauerei Fiedler nei Monti Metalliferi

KR QUANTEC sgrava i dipendenti dall'onere di impilare le casse di birra

Un robot KUKA KR 180 PA a 5 assi della serie QUANTEC utilizza il suo braccio verde Fiedler per caricare e scaricare interi strati di casse di birra, sia piene che vuote, nelle aree delle merci in entrata e in uscita. "Questo non solo ci sgrava del lavoro fisicamente pesante, ma allo stesso tempo ci offre nuove opportunità di impiegare meglio i nostri lavoratori qualificati in altri luoghi, con attività meno usuranti". In tempi di crescente carenza di manodopera nell'industria della birra, questo aspetto non è di poco conto. "Glück auf!” (Buona fortuna) si dice qui secondo la buona tradizione dei minatori. "La fortuna aiuta gli audaci", afferma Christian Fiedler.
Christian Fiedler è il capo, un mastro birraio di vecchio stampo

In rotta verso l'automazione

Stare al passo con i tempi nella produzione della birra, come anche nell'industria delle bevande in generale, significa sempre automazione. Till Beyer e Beyer Maschinenbau GmbH di Roßwein sono specializzati in questo. Come per Fiedler, si tratta di un'impresa a conduzione familiare, le cui radici risalgono al 1862. La tecnologia di pallettizzazione, di imballaggio e di trasporto, così come gli impianti completi che si concentrano sulla tecnologia delle bevande e sul settore alimentare, vengono costruiti internamente e forniti, messi in funzione, oltre a ricevere assistenza, come soluzioni personalizzate, se necessario anche con robotica integrata.

Till Beyer, CEO di Beyer Maschinenbau GmbH, specializzato in automazione nell'industria delle bevande

Meglio tardi che mai 

"Abbiamo avuto i primi colloqui con Fiedler sulla pallettizzazione automatizzata delle bottiglie nel 2005", ricorda Till Beyer. Ma poi l'azienda ha affrontato altre questioni e ha messo in standby l'investimento nel sistema di pallettizzazione. "Le aziende di medie dimensioni sono così. Come costruttori e integratori di macchine, dobbiamo semplicemente avere un po' di pazienza in più". Il momento giusto è arrivato nel 2018: da Fiedler, le attività fisicamente impegnative di pallettizzazione e depallettizzazione sarebbero state in futuro affidate al robot. 

Un KR QUANTEC PA pallettizza delle pesanti casse di birra, riducendo così il carico di lavoro dei dipendenti

Compatto, resistente e instancabile 

La tecnologia per questo lavoro è fornita da un KUKA KR QUANTEC PA a 5 assi, un multitalento in design modulare, in grado di spostare carichi fino a 180 chilogrammi. Da Fiedler, il robot raccoglie fino a quattro casse di birra alla volta con la sua pinza. Solleva i vuoti in arrivo dal pallet sul trasportatore e le casse di bevande provenienti dalla linea d'imbottigliamento dal trasportatore a rulli direttamente sul pallet. Su un europallet trovano spazio 800 bottiglie in 40 casse, che vengono trasportate dal sistema di pallettizzazione con un carrello elevatore al magazzino in uscita o direttamente sul camion.

Investire nel futuro

Le soluzioni di automazione sono il cavallo di battaglia personale di Thomas Fiedler, figlio di Christian Fiedler. Il mastro birraio incarna la quinta generazione e si è unito all'azienda di famiglia nel 1999. Da allora, è stato particolarmente coinvolto in tutte le questioni tecniche. "Sappiamo che dobbiamo investire continuamente per rimanere all'avanguardia tecnica", afferma Thomas Fiedler. Per lui questo significa che, come nel caso dell’utilizzo dei robot, vuole sempre comprendere a fondo la soluzione desiderata e poi anche implementarla in modo coerente e come un pacchetto completo.
Il mastro birraio Thomas Fiedler combina l'arte birraria tradizionale secondo il principio della purezza con il coraggio di innovare.

L'automazione è divertente

"Le mezze misure sono fuori questione per me". Molte PMI del suo settore hanno ancora paura dell'automazione. "Non deve essere per forza così. L'automazione è divertente.”In Till Beyer, ha trovato un ottimo partner di sparring, che sapeva esattamente che cosa è importante nell'industria delle bevande, ed era in grado di pensare alle rispettive condizioni locali e di spazio.
Nell'industria delle bevande, l'automazione, come qui nella linea di riempimento, "si apprende". Questo facilita anche l'utilizzo della robotica

Ottimizzare le capacità disponibili

E questo era esattamente ciò che serviva in modo particolare tra le mura storiche del birrificio Fiedler. "Siamo al limite delle capacità spaziali della nostra sede. Pertanto, le espansioni sono possibili solo ottimizzando lo spazio disponibile", dice Thomas Fiedler. 
E così anche l'integrazione della cella robotica ha richiesto un complesso lavoro su misura. "Avevamo a disposizione solo 4x5 metri per il sistema di pallettizzazione, e avevamo bisogno di più spazio per il passaggio alla stazione di riempimento in modo da poter portare gli europallet oltre il recinto del robot qui", così il mastro birraio descrive le condizioni impegnative. "Ce l’abbiamo fatta", si rallegra. 
 
Il KR QUANTEC afferra europallet e casse per bevande senza sforzo, con una precisione eccezionale

La robotica nel birrificio non è una scienza

Ma il birraio non si occupa solo dell'integrazione fisica dell'impianto. La tecnologia di automazione dovrebbe anche poter essere integrata digitalmente nei processi in corso, nel modo più semplice possibile. "Il software fornisce la base per questo", riferisce Till Beyer. Come interfaccia tra il robot e il controllo della macchina, KUKA.PLC mxAutomation permette una semplice messa in funzione, programmazione e diagnosi di ogni robot KUKA attraverso il PLC, intuitiva anche senza particolari conoscenze di programmazione dei robot. Quasi tutte le funzioni dei controllori robot possono essere richiamate via PLC, KUKA.PLC mxAutomation offre anche librerie robotiche per tutti i controllori PLC conosciuti sul mercato.
Il controllo dell’impianto è molto semplice grazie a KUKA.PLC mxAutomation, e non richiede ai dipendenti del birrificio alcuna conoscenza speciale del software.

Garanzia di qualità attraverso un'elevata ripetibilità

Padre e figlio sono convinti del percorso di automazione della Privatbrauerei. "Crea la base per una qualità costantemente elevata delle nostre birre premium. C'è più futuro in questo che in una rovinosa guerra dei prezzi che ha purtroppo colpito molte aree del mercato della birra", è la convinzione di Thomas Fiedler. E anche suo padre Christian si diverte molto con le innovazioni che circondano il processo di produzione della birra: "Quando entro nel birrificio la mattina presto, sento schioccare e sibilare in ogni angolo", afferma con uno scintillio negli occhi. "Dalla sala di cottura automatizzata, alla linea di imbottigliamento automatizzata, al robot di pallettizzazione, tutto è utile per garantire che le nostre birre siano sempre di alta qualità. Questo ci distingue dalle imprese concorrenti. La nostra birra deve semplicemente avere un buon sapore. Punto. Su questo aspetto non scendiamo a compromessi".
Da Fiedler, il robot gestisce fino a quattro casse di birra alla volta con la sua pinza

Il percorso proseguirà anche nella prossima generazione

Alla fine del 2022, Christian Fiedler vuole mettere l'attività del birrificio completamente nelle mani di suo figlio Thomas, che è molto motivato. "La prossima cosa che faremo è modernizzare il riempimento delle botti". La richiesta è importante, e speriamo rimanga tale. Perché sua figlia Vanessa ha appena iniziato la sua formazione come mastra birraia, quindi la sesta generazione è già ai blocchi di partenza. La storia dell'azienda tradizionale Fiedler nei Monti Metalliferi sembra tutt'altro che scritta. Allora: Glück auf!

L'automazione crea la base per una qualità costantemente elevata nelle nostre birre premium. C'è più futuro in questo che in una rovinosa guerra dei prezzi, che ha purtroppo colpito molte aree del mercato della birra.

Thomas Fiedler, mastro birraio della Privatbrauerei Christian Fiedler

Trova i KUKA System Partner vicini a te

Qui trovi il partner giusto per il tuo settore o il tuo problema.

Questo sito web utilizza i cookie (per saperne di più) per offrivi l’assistenza migliore anche online. Se si continua a navigare sul nostro sito web, utilizziamo solo i cookie necessari dal punto di vista tecnico. Cliccando su ""OK e scopri KUKA"", si accetta anche l'utilizzo di cookie di marketing. Con un clic su ""Impostazioni cookie"" è possibile selezionare quali cookie utilizziamo.

Impostazioni cookie