La cella robotizzata mobile aiuta in caso di carico e scarico dei centri di lavorazione CNC

Nella cella robotizzata MRC flextray, sviluppata dalla wbt automation GmbH & Co. KG, opera un KUKA KR AGILUS. Presso la DANNORITZER Medizintechnik GmbH & Co. KG, il minirobot carica e scarica i centri di lavorazione CNC.

La cella robotizzata con KR AGILUS automatizza le applicazioni pick-and-place

Per alleggerire il carico di lavoro del personale specializzato nel caso di monotone operazioni di inserimento e prelievo, presso la DANNORITZER Medizintechnik GmbH & Co. KG viene impiegata la cella robotizzata MRC flextray. La cella è stata sviluppata dall’integratore wbt automation e dotata di KUKA KR 6 R900 della serie KR AGILUS. Il minirobot KUKA garantisce il carico e lo scarico dei centri di lavorazione CNC. Con il sistema a cassetti flessibile la soluzione offre vari vantaggi e aiuta a rispondere alla domanda internazionale e alle crescenti esigenze della produzione DANNORITZER Medizintechnik.
In questo video vedrai come KUKA KR AGILUS aiuta nel carico e nello scarico dei centri di lavorazione CNC.

Grazie alla sua flessibilità, precisione, velocità e al suo ingombro relativamente ridotto, il robot è secondo noi la migliore soluzione per aumenta la produttività.

Julian Dannoritzer, direttore di produzione, DANNORITZER Medizintechnik GmbH & Co. KG

La cella robotizzata flessibile ottimizza il processo di fresatura CNC

La MRC flextray viene posizionata in modo sicuro e preciso sul centro di lavorazione tramite una propria stazione docking con interfaccia macchina integrata. “Grazie ai rulli di guida leggeri, la cella mobile può essere spostata, collegata e avviata semplicemente manualmente al campo di applicazione successivo”, spiega Joachim Burkert, amministratore delegato di wbt. Successivamente i pallet vengono caricati con pezzi grezzi o semilavorati e inseriti nella cella robotizzata. Il minirobot KUKA apre il cassetto corrispondente, preleva i pezzi e li dispone nel dispositivo di serraggio. Dopo la lavorazione, il robot rimette i pezzi nel pallet. “In questo modo è possibile accedere ai pezzi da testare, nonché interrogare vari parametri per garantire l’affidabilità del processo senza interrompere l’automatizzazione”, spiega il direttore di produzione Julian Dannoritzer.

La cella robotizzata è in grado di gestire fino a quattro cassetti, ciascuno con due pallet di componenti specifici ed è quindi adatta per l’utilizzo con lotti piccoli e medi. Modifiche personalizzate per il singolo cliente sono possibili senza problemi.

Nella cella robotizzata MRC flextray il KUKA KR 6 R900 sixx fornisce una flessibilità ottimale.

Miglioramento dei processi e della qualità grazie all’automazione basata su robot

Presso la DANNORITZER Medizintechnik la cella robotizzata con minirobot KUKA e il centro di fresatura lavorano insieme in modo affidabile. Le quantità di pezzi possono essere calcolate su un periodo di tempo prolungato e i tempi di funzionamento del centro di fresatura aumentati. L’utilizzo di nuove tecniche di fresatura ha reso i processi successivi superflui. Di conseguenza il processo è stato snellito e la qualità dei prodotti migliorata. Si prospetta quindi a lungo termine l’inclusione di altri prodotti nell’automazione.

Utilizziamo i cookies per offrivi l’assistenza migliore anche online. Per saperne di più.

OK